lunedì 13 ottobre 2008

C'E' UNA VOLPE NEL LETTO

Leggendo un post di Florinda mi si è addrizzato il pelo sulla schiena....
Infatti secondo l'articolo pubblicato da Sanihelp.it e che riporto qui di seguito sembrerebbe che lo stato vegetativo che molti uomini manifestano la mattina sia causato dalla presenza nel letto della donna. ...

Divido il letto? Sottraggo l'intelligenza

Uno studio austriaco indica che quando un uomo dorme con una donna, le sue facoltà intellettive diminuiscono. A prescindere che ci sia stato del sesso.
Sanihelp.it - Scene di vita di un matrimonio o di una convivenza. Lui si alza e le dice di essere rintronato. Lei nemmeno ci fa caso, tanto dice la stessa cosa tutte le mattine. E infatti, almeno temporaneamente, lui risponde a monosillabi, fa fatica a trovare le parole, in una frase: sembra rimbambito. Questa scena, abbastanza classica nelle case delle coppie, in realtà potrebbe non dipendere solo dalla scarsa voglia di lui di svegliarsi o di essere subito performante per quanto riguarda la conversazione familiare. Insomma: non è solo una questione di pigrizia, almeno secondo uno studio condotto in Austria da esperti psicologi cognitivi, ma di qualità del sonno. In pratica la ricerca, dopo avere esaminato le performance cognitive al risveglio di volontari appositamente reclutati, dimostrerebbe che gli
uomini che hanno diviso il letto, a prescindere dal fatto che abbiano o meno fatto sesso, con una compagna, mostrano una minore prontezza nei test cognitivi, al mattino dopo. Le stesse persone, se lasciate dormire sole, se il mattino dopo vengono sottoposte al test danno dei risultati assolutamente migliori. Le donne rendono l'uomo stupido? In parte sì. Quando l'uomo avverte vicino la presenza di una donna, inconsciamente si attivano una serie di mediatori chimici che hanno a che fare con la riproduzione e l'istinto. Il cervello razionale viene così messo temporaneamente da parte. La qualità del sonno notturno ne risente quindi in negativo e al mattino l'intelligenza cala di qualche punto. La durata di questo effetto è variabile: alcuni recuperano le facoltà cognitive abbastanza rapidamente, altri invece possono avere bisogno di qualche tempo, magari un'ora o più, prima di rientrare nella normalità delle proprie performance. E per le donne che dormono con gli uomini? Per loro nessun problema cognitivo: la qualità del sonno delle donne è infatti in genere migliore rispetto a quella del maschio e quindi non subiscono effetti negativi di questa situazione. Si lamentano solo di ricordare meno i sogni che fanno. -->


Già non è facile sopportarlo mentre ciondola per casa con lo sguardo perso nel vuoto ed incapace di decidere se il latte lo vuole bere caldo o freddo, ma che adesso mi possa pure guardare e dire "ma io che centro? La colpa è tua!"....... No! No e poi no!
Questo non lo posso accettare.

15 commenti:

Grissino ha detto...

Test piú attendibili no, eh? Comunque io son piú vispo alla mattina che alla sera.

Little Actress ha detto...

hahaha bellissimo questo studio...mi sa che io però devo avere qualche elemento maschile nel mio dna...la mattina non connetto neanche se dormo sola!!

note disambigue ha detto...

Ci sta. :)
Durante i miei pochi anni di matrimonio il mio ex si svegliava ingrugnito. Più di cattivo umore che altro, devo dire.
Ma quando una coppia è in crisi finisce per fare storia a sè.
Se lo studio fosse fondato dimostrerebbe, ancora una volta, che le donne hanno una marcia in più.
Ciao :)

la volpe ha detto...

@grissino: beato te gris, ma tanto per citare renato zero "dimmi chi dorme accanto a te....". Sai la domanda nasce spontanea :)
@little actress: Beh anche io sono un tipo piu' a disel che a benzina ma a domanda comunque rispondo!
@note disambigue: Personalmente non mi serve nessuna conferma... è una certezza acquisita dalle scuole elemntari! baci

frogsong ha detto...

"Quando l'uomo avverte vicino la presenza di una donna, inconsciamente si attivano una serie di mediatori chimici che hanno a che fare con la riproduzione e l'istinto."

Praticamente, sarebbe a dire che pure mentre dormiamo noi uomini pensiamo solo a quello.
E ci servivano i ricercatori austriaci per appurare una cosa del genere?!? :)

la volpe ha detto...

@frogsong: A sentire un po' di gente in giro però, mi pare di intuire che i maschietti forse ci pensano tanto nel sonno ma da svegli... latitano parecchio!

::: Florinda Ianigro ::: ha detto...

la realtà è ancora più triste...
(cito giacobazzi di zelig)
l'uomo ha sempre due neuroni(di cui uno è nasosto, e forse pigro) ma la mattina tutti e due sono addormentati!!!

::: Florinda Ianigro ::: ha detto...

ps. nn serve lo studio,
le donne, per necessità di vita, - devono - avere una marcia in più

buona giornata Volpe

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Mi accodo a te.
Non intendo essere incolpata del fatto che Ciccio ci metta 2 ore per iniziare a carburare al mattino.
No, no e poi no! ;)

Baol ha detto...

Ciao volpe!!!

la volpe ha detto...

@Cole: Dopo il fattaccio della mela ad Adamo e le accuse di strgoneria nel medioevo ci mancava pure questa. Di cosa altro ci possono incolpare?

@Florinda: Non c'e' dubbio cara..

@Baol: Ciao, allora ogni tanto ti rifai vivo?! Risolto con la connessione?

note disambigue ha detto...

Alle elementari ero ancora possibilista, ma io son del '58. :)
Un paio di salutari schiaffoni mi hanno fatto aprire gli occhi. ;)

Diarionotturno ha detto...

Ottimo studio oltre a poter partecipare al prestigioso premio degli Ignobel, mi porta a rafforzare ancor di più la mia idea: visto che l'intelligenza sembra non sia il nostro forte, consiglio di fare, almeno, tanto sesso. Non che anche quello sia un nostro vanto, ma almeno, se mi sveglio assonnato e lento, posso guardare il ricercatore e dirgli:"Ma va a caghè...!"

UIFPW08 ha detto...

Permettimi di dissentire, non credo siamo tutti uguali..provare per credere

la volpe ha detto...

@note disambigue: io sono del 77 e quindi le possibilità non so che cosa sono...
@diario notturno:infatti...in quel caso il rimbabimento mattutino lo giustificherei anche io a mani alte!! :)
@uifpw08: lo spero ma non ci credo.