venerdì 26 settembre 2008

IL TEMPO DELLA VOLPE

"Sono ambiziosa!"
Se qualcuno dovesse chiedere di descrivermi con aggettivo risponderi così.
Ho sicuramente messo la carriera al primo posto, nel senso che mi dedico al mio lavoro con coscienza e dedizione. Fino a qualche anno fa anche con amore.
Poi il tempo ti modifica e dall' amore si passa al bene proprio come in una realzione d'amore e negli anni subentra l'abitudine.
Svolgo il lavoro che svolgo da quasi 8 anni.
Qualcuno penserà: capperi con la crisi che c'e' in giro una rarità.
Tecnicamente si ma con un contratto nell'ordine:
CO.CO.CO.
CO.CO.PRO.
CO.PRO.
Quindi anche io faccio parte del nutrito gruppo di futuri pensionati senza pensione.
Ma non è questo il problema... Esco la mattina e rientro la sera, (anche se mi fermo alle 13.00 e riprendo 15.30 andare e tronare da casa non mi conviene) dicamo se tutto va bene verso le 20.15. Inizio a preparare per la cena e diciamo che mi metto a tavole con il mio volpacchiotto verso le 21.00.
Finita l cena si sparecchia si rassetta (alle volte si è tropo stanchi anche per fare i piatti) e ci si mette sul divano a guardare un po' di tele. E poi verso mezzanotte con uno sforzo sovraumano ci si alza dal divano già in fase catatonica e via a letto.
E così per tutta la settimana, tutte le settimane.
Dov'e' la vita?
Dov'è il tempo da dedicare a me e ai miei cari? tempo per il mio cane che sta buona parte della giornata da sola?
Per la mia casa che è vissuta piu' come un dormitorio che come luogo di emozioni e vita vissuta?
Per una doccia intesa come cura e benessere del corpo, gesto d'amore nei propri confronti e non come 5 disperati minuti in nome dell'igene?
Il pranzo in famiglia non esiste piu'. C'e' rimasta ancora la cena come ultimo baluardo di una tradizione di famiglia (ultimo momento di incontro tra persone legate da un rapporto affettivo/parentale). Ma è così poco....maleddettamente poco.
Se mai avrò la fortuna (incrocio nel quadro astrale di tempo- soldi-capacità) di avere figli, cosa racconterò della mia vita? Cosa ha fatto la loro mamma nella vita a parte lavorare? A cosa si è dedicata con vera passione?
Potrei star qui a parlare per ore della mia idea di rapporti di famiglia o tra persone ma non ne ho il tempo e per questo vi saluto cercando di non sentirmi troppo in colpa per aver rubato 10 minuti al mio lavoro per dedicarli ai miei pensieri.

4 commenti:

Diarionotturno ha detto...

Bè, che dire a parte che sembra una storia già scritta e già vissuta? Da altri, però. Io ho scelto la povertà economica e la ricchezza delle emozioni. Sì, anche la rabbia per l'arrivo delle bollette o la tristezza di non poter fare oggi quel bel viaggio troppo costoso. Ma il tempo per gli Amori, no, quello non lo baratto più con niente e nessuno ormai da anni. E si vedrà. Un abbraccio.

Grissino ha detto...

Auguri in ritardo. Il tuo pensiero l'ho fatto un sacco di volte. Ecco perché son venuto qui. Perché a Milano si viveva per lavorare. Qui si lavora per vivere. Ecco, speriamo solo che il lavoro arrivi presto nel mio caso :-P

P.S.: Togli il controllo antispam che tanto non c'é piú!! Se del caso lo puoi rimettere.

P.S.2: alle volte si è tropo stanchi anche per fare i piatti
***
LAVAPIATTI?! Io qui non ce l'ho solo per motivi di spazio ma ogni tanto mi schifa un pó lavare i piatti a mano per quanta cura ci metta. Piú igienico la lavapiatti.

la volpe ha detto...

@diarionotturno: Caro diario se lo vuoi sapere il primo blog che ho letto da quando ho scoperto questo universo è stato proprio il tuo. Ci sono capitata per caso (ma nulla accade per caso)e mi ha meravigliato la tua capacità di gettarti in una avventura totalmente senza risparmiarti. Forse tu sei quello che io non avro' mai il coraggio di essere..

@grissino: tolto il controllo visto?

::: Florinda Ianigro ::: ha detto...

ciao volpe, le tue osservazioni sono sempre acute e pungenti.
vivere la vita con passione è già raro e mi sembra che tu cmq lo faccia o almeno ci provi.
tanta gente per pigrizia paura incapacità e mille altri motivi non ci prova nemmeno a vivere con passione
esprimere i pensieri e condividerli, anche questa può essere passione.