giovedì 18 settembre 2008

PANE E VOLPE

Finalmente è tornato un po' di sole....
Per un attimo ho temuto che di punto in bianco l'estate ci avesse lasciato definitivamente senza darci neanche il preavviso, e invece riecco apparire un timido sole a scaldare ancora la mia ambitissima pelliccia fulva... (Mon dieu' a breve faro' il cambio del pelo/devo assolutamnte fare il cambio stagione all'armadio)!!
Ma meteo e cambi stagionali a parte sono altri i pensieri che pervadono la mia mente.
Le prime pagine dei giornali sono tutte dedicate al quasi inevitabile crack finanziario di banche e assicurazioni americane. Borse di tutto il mondo che bruciano migliaia di dollari/euro/sterline.. ecc come se si parlasse di carta straccia e le ripercussioni che tutto cio' ha nel caro, vecchio continente.
Perfetto. Sotto il profilo teorico ci siamo, abbiamo chiaro che in atto c'e' una crisi.
Ma perchè nessuno dice quali saranno i reali e percepiti effetti su noi poveri mortali.
Queste domande e risposte sono prese dal sole24ore

Crisi Lehman: domande & risposte
16 Settembre 2008

Chi è correntista di una banca italiana o estera con sede in Italia corre qualche rischio?
No, poiché il fallimento della banca americana non ha alcun effetto sulla solidità delle banche sia italiane e sia estere. Inoltre, in Italia Lehman non ha sportelli.

Per quanto riguarda il mercato dei prodotti e servizi di investimento che interessano i piccoli risparmiatori quale ambito è stato più toccato dall'attività di Lehman Brothers?
Secondo gli esperti, sarebbe abbastanza limitata l'attività sulle obbligazioni emesse direttamente da Lehman Brother e collocate da banche e altri intermediari italiani. Mentre sarebbero più numerosi i titoli Lehman finiti nei cosidetti prodotti strutturati. Vale a dire, obbligazioni indicizzate e polizze Vita di tipo index linked.

A cosa vanno incontro i possessori di obbligazioni Lehman?
I privati che hanno in portafoglio titoli obbligazionari emessi da un'azienda in fallimento rischiano di non essere rimborsati alla scadenza prefissata. Insomma, così come è accaduto nel caso dei bond Cirio o Parmalat si corre da parte dell'emittente il rischio default.

Che rischio corrono i possessori di prodotti indicizzati, vale dire obbligazioni strutturate e polizze index linked che presentano nella struttura titoli Lehman?
In entrambi i casi rispondono i soggetti che ha emesso i prodotti che devono garantire e coprire il sottostante.

Che rischio corrono i possessori di quelle polizze index linked dove Lehman è emittente dello zero coupon?
In questo caso la compagnia non garantisce la restituzione del capitale a scadenza, la polizza risente della svalutazione dello zero coupon e conseguentemente si riduce il suo valore complessivo.

Insomma signori ci risiamo:
- se vi siete recati nella vostra banca o dal vostro assicuratore e questi vi ha fatto sottoscrivere obbligazioni iniziate a prendere contatti con il gruppo di sostegno dei fregati dalla Parmalat
- se vi siete recati nella vostra banca o dal vostro assicuratore e gli avete spernacchiato in faccia vuol dire che la mattina fate colazione con pane e volpe

6 commenti:

::: Florinda Ianigro ::: ha detto...

sono interessanti le tue osservazioni, come mai ti appassiona la finanza?

la volpe ha detto...

@florinda: in realtà non mi affascina tanto la finanza, ma mi incuriosisce sapere le "porcate" che ci sono dietro.. e questa è l'ennesima porcata fatta ai danni della massa con la solita condizione del tutti sapevano e nessuno ha parlato!
Mi domando quanto deve essere grave un'azione prima che qualcuno dica "ora non si puo' piu' tacere"
Ho quasi paura di saperlo

Grissino ha detto...

Io infatti mi son sempre rifiutato di fare investimenti in borsa o altri posti. Meglio pochi soldi ma sicuri.

P.S.: che palle il controllo anti-spam. Ma é proprio necessario? Io lÄho tolto da un pezzo e non ho mai commenti di spam...

Baol ha detto...

Ma perchè rovinarsi la giornata leggendo il sole24ore?

Ciaoooooo

ps
signori del sole24ore, naturalmente scherzo eh, che voi mi dovrete tenere lì per un anno :)

giraffa.c ha detto...

Meno male che ho ceduto i titoli Lehman prima del crollo;-) comunque, balle a parte, qualche anno fa, quando ho aperto un conto presso una nota banca italiana (un conto non proprio ricco) l'impegata mi ha proposto di investire "qualcosa" in azioni, sicure, italiane, azioni, ossia gli investimenti più rischiosi, roba da matti. Quando le ho fatto notare che non mi sembrava saggio proporre investimenti del genere ad una squattrinata, mi ha trattato come una povera sprovveduta. La mia pernacchia non è ancora finita..

la volpe ha detto...

@grissino: bravo, anche se le promesse sono molto allettanti, sono sempre e solo promesse.
Meglio la prudenza!
@baol: in realtà se posso evito certe letture, ma a volte non riesco proprio a chiudere gli occhi. In bocca al lupo per il tuo anno nel girone dei "disinformati".
Non farti traviare!
@giraffa: se la tua banca inizia per "uni" e finisce per "dit", la tua pernacchia ha valore doppio!!